Giardino storico

Giardino storico


 

Le scelte progettuali operate in questo caso specifico sono state supportate da un’attenta ricerca storica che, attraverso il confronto tra fonti fotografiche e catastali, ha permesso di risalire ad una traccia d’impianto del giardino datata alla prima metà dell’800. Per quanto scarse fossero queste informazioni, si è potuto evincere inoltre che nella prima metà del ‘900, per realizzare una strada di collegamento al paese, la superficie del giardino venne ridotta intaccando un discreto pezzo sul lato nord.

Il progetto, tenendo conto sia delle tracce permanenti del vecchio impianto, che della “mutilazione” del giardino effettuata nel secolo scorso, mirava a far dialogare tra loro le tracce di cui ancora oggi è possibile avere una lettura certa. In pianta è evidente la volontà di rimarcare l’asse principale che inevitabilmente riordina lo spazio secondo i canoni del giardino classico “all’italiana”, mentre l’apertura dei parapetti posti a nord, tramite l’uso di strutture leggere e permeabili alla vista, lascia intendere che in quel punto la superficie del giardino continuava oltre prima che la realizzazione della strada sottostante imponesse l’eliminazione di quella parte di giardino.